Saturday, June 13, 2009
posted by ghettoculturale at 9:58 PM

L'ascolto prolungato del CD #2 di "Doll Domination" può provocare, tra gli altri, i seguenti effetti collaterali, sperimentati di persona da chi sta scrivendo questo post:

- Dipendenza da cosmetici, in particolare dal correttore della Pupa.
- Irrefrenabile desiderio di installare un palo dal lapdance nel soggiorno di casa.
- Insonnia prolungata.
- Sonnambulismo con ancheggiamenti.
- Spasmi del collo e del capo nel tentativo di scuotere una chioma non ancora abbastanza lunga (con conseguente artrosi cervicale perenne).

Tra gli effetti positivi riscontrati, però, c'è di sicuro l'avere imparato a memoria la canzone "If I was a man", cantata in via del tutto eccezionale NON dalla divina e imperscrutabile Strappona Solista e Unica Meritevole del Successo Interplanetario Nicole Scherzinger, ma bensì da UN'ALTRA componente il gruppo: la troppo sottovalutata e relegata nelle retrovie Jessica Sutta.
Che già con un nome del genere meriterebbe, a giudizio di Ghettoculturale, una medaglia all'onore numismatico.
Non riusciamo a comprendere come la perfida Robin Antin abbia potuto lasciare che venisse inserita nell'album una traccia non cantata da Nicole.
Visto che in tutti i video delle Pussycat Dolls, le restanti Gattine Strappine sono come al solito destinate a essere delle mere figure di contorno, o tutt'al più delle ballerine di fila.
Eppure, da una rapida ricerca, abbiamo scoperto che nell'album sono presenti 4 tracce NON CANTATE da Nicole: una per ogni Gattina Restante.
La scoperta ci ha lasciati SCONVOLTI.
Per questo abbiamo deciso di condividerla con il nostro uditorio, che sappiamo essere sensibile a questioni di simile importanza.

Ebbene: Jessica Sutta SA CANTARE. Non benissimo, ma sa farlo.
E questa canzone è già entrata nell'Olimpo delle Tracce Ossessive della memory card cerebrale di Ghettoculturale, il cui ingresso è di solito riservato a canzoni sufficientemente "catchy" e poracc-trash-camp-bitchy-poppish connotate
A voi l'ascolto del capolavoro in questione, in un artigianilissimo clip caricato su YouTube da un file di PowerPoint.


E addirittua LE VIENE CONCESSO DI ESIBIRSI DA SOLA SUL PALCO, probabilmente solo quando Nicole è in pausa, con uno stuolo di circa 25 assistenti e schiavi, verso metà concerto.
Guardate un po' qui:



Jessica: sei il nuovo mito di Ghettoculturale.
Vogliamo credere che prima o poi Nicole sarà finalmente cacciata dal gruppo e che TU possa prendere il suo posto. Vogliamo credere che un giorno questo sogno possa realizzarsi.
Anche se il fatto che Robin ti abbia costretta a tingerti i capelli color mogano per ovviare in qualche modo all'assenza della Roscia Carmit (uscita dal gruppo un anno fa) ci lascia qualche dubbio in merito.
Per il resto: Pussy Power.