Wednesday, April 29, 2009
posted by ghettoculturale at 3:49 PM

Photobucket

Questo ammasso di ossa e cartilagine mal conservata avrà due gemelli.
Ma non temete. Il suo fragile corpo non patirà il minimo rigonfiamento o dolore.
Del resto, a 63 anni suonati non è una passeggiata, avere un bambino.
L'Equino più stylish di tutto lo Showbiz mondiale e il suo esteticamente insulso marito avranno due gemelli, grazie ad una madre surrogata.
Non osiamo pensare quale sarà stato il criterio di selezione.
Il numero di paia di Jimmy Choo in guardaroba, probabilmente.
 
Tuesday, April 28, 2009
posted by ghettoculturale at 5:34 PM

Photobucket

Vuoi essere anche tu iconica e estrema come la talentuosa cantante di “Poker Face”?
Anche tu brami la fama, il calore del pubblico e l’invidiabile status di Regina Interplanetaria dello Strobo-Syntho-PlasticPop?
Fija mia, difficilmente potrebbe capitarti di essere più fortunata.
Seguendo gli irrinunciabili consigli del nostro Fashion Editor potrai anche tu essere come la fortunatamente unica e inimitabile Stefani Germanotta AKA Lady GaGa.
Sei pronta? Let’s go!
Anzi, let’s Ga!

Innanzitutto mettiti in testa che per essere GaGa non devi per forza essere fiGa.
Anzi, più cessa sei meglio è, probabilmente. Smettila di nascondere i tuoi difetti con il trucco o con la pettinatura giusta. Il segreto per essere GaGa è l’atteggiamento.
Comportati come se fossi appena stata eletta Miss Universo, in qualunque situazione. Dal momento in cui infili i piedi nelle tue babbucce pelose con tacco 12 la mattina, all’istante in cui svieni nel letto la sera, a pezzettini dopo un rave di 12 giorni consecutivi, devi sentirti una diva.
Anche se non ti conoscono nemmeno al di là dei confini del tuo cortile.

I capelli giusti sono la prima cosa di cui hai bisogno, per essere come la Germanotta più amata di tutto il mondo.
La parola d’ordine è “improbabilità”.
Hai capelli mossi o peggio ancora ricci?
Il trucco per essere GaGa è essere sempre un po’ più avanti rispetto a tutti i trend.
L’epoca della piastra ha già raggiunto il suo apogeo: la soluzione per i capelli ricci oggi è LA STIRATURA CASALINGA.
Attacca il ferro da stiro di mamma, regolalo sulla potenza massima e stirati i capelli.
Fatto? Hai visto che invidiabile effetto brasato?
Ora passiamo al taglio.
Prendi un paio di cesoie da giardiniere e tranciati di netto la chioma. Un colpo solo e ZAC, il caschetto è fatto.
Conserva gli scampoli dei tuoi capelli per dopo, ti saranno utili.
Per la frangia usa un bello scopettino di saggina, che applicherai in modo da coprirti perfettamente gli occhi e non vedere assolutamente niente quando cammini, un po' come usava la giovane Antonella Mosetti ai bei tempi di "Non è la Rai".
Solo così potrai i rimediare una bella frattura scomposta al setto, per dare al tuo naso quel tocco di carattere in più.

Ora l’elemento più importante: il colore.
Dimentica la tua nuance naturale color topo muschiato, il tuo nero corvino o il tuo roscio lentigginoso.
Vota la tua anima al candeggio totale, al biondo più smaccatamente cheap e malsano.
È formidabile per nascondere i capelli bianchi, oltretutto.
E poi guardati: sembri la Mondaini ossigenata, Sei talmente NOW da essere addirittura FORWARD, cocca!
Ora prendi gli scampoli dei tuoi capelli, legali insieme a formare un gigantesco nodo scorsoio e appuntateli sulla sommità del capo con delle mollettine.
Oppure componi dei simpatici Origami, delle caricature di personaggi famosi, gioca alle ombre cinesi con i resti dei tuoi capelli. Insomma, fai un po’ come ti pare, l’importante è che tu te ne vada in giro con qualcosa di improponibile che svetti sulla tua testa.
Passiamo ora al look.
La gamba nuda è di rigore, mettitelo bene in testa.
Con le stesse cesoie con cui hai tagliato i capelli prima, apri il tuo armadio e avventati su tutto quello che hai. I pantaloni devono essere tutti tagliati fino a diventare delle culottes.
E se non ti basta quello che hai nell’armadio, fai un giro al mercato rionale e compra tutte le mutande da nonna che trovi.
Tingi quelle bianche d’oro o d’argento con l’aiuto di Coloreria Italiana e voilà: il look è servito.
Fai lo stesso con tutti i body ultracontenitivi che troverai in ogni sciatta merceria del tuo quartiere.
La parola d'ordine è "sanitary glam pre-disco".
D’ora in poi dovrai sempre andare in giro con le gambe scoperte.
Anche quando vai dal lattaio.
Non temere il freddo. Per cosa sono state inventate le calze color carne, altrimenti?
Fai dei denari il tuo credo.
Per la bella stagione, passa alle calze a rete.
Ora che sei scosciata, ti ci vuole solo quel tocco GaGa che ti renda inconfondibile.
Ovunque tu sia nel mondo, recati nella ridente località di Merone (provincia di Como) e chiedi indicazioni per raggiungere il Centro del Lampadario.
Polverizza il tuo conto in banca a colpi di strisciate di carta di credito e compra tutti i lampadari dal design vagamente Eighties che trovi in esposizione. Anche i fondi di magazzino, devi averli TUTTI.
Affitta un TIR, torna a casa e scomponi tutti i lampadari che hai comprato.
Ricopriti di mastice e rotolati sul pavimento finché tutti i pezzi si sono attaccati ai tuoi vestiti.
Fatto? Hai visto come ti stanno bene quei frammenti di plafoniera sulle spalline?
E quel grumo di gocce di finto cristallo attaccato ai capelli? Dio, quanto sei trendsetter!
Sei assolutamente l’incarnazione dell’edonismo del Terzo Millennio. La gente che ti vede per strada si chiede se ci sei o ci fai, ma la risposta alla domanda è che tu non ci sei e non ci fai: tu ci posi.
Sei completamente GaGa, tesoro.
Ga-Ga e Di-vi-na. Ma proprio Divina, "mentre sorgi ogni mattina come fa il sole dietro la collina."
"Splendida splendente e ti ami finalmente, come sei si vedrà, uomo o donna senza età, senza sesso crescerà, per la vita una splendente vanità."
Queste parole non ti suonano nuove, vero?
Sarà mica perché hai fatto man bassa di tutto l'immaginario iconografico Rettoriano?
Bah... può darsi. Ma che ti frega?
Gli anni Ottanta dovranno pur servire a qualcosa, in fondo, no?
E allora che aspetti?
Corri per strada e atteggiati a gran diva internazionale, comportati come la New Sensation della Musica Commerciale Planetaria, vedrai che il mondo non ci metterà molto ad accorgersi di te.
Come? Non sai cantare e non sai nemmeno ballare?
E chi ha detto che sia un problema?

Labels:

 
Monday, April 27, 2009
posted by ghettoculturale at 10:59 AM

Photobucket

Ovviamente non stiamo parlando di XXXtina Aguilera (sempre più proiettata verso il museo delle cere, tra l'altro).

Stiamo parlando della signora che posa al suo fianco in questa foto.
Vi diamo un indizio:
15 anni fa, la signora in questione se ne andava in giro con un gigantesco cappello, si vestiva come una barbona e si fumava il cervello da mane a sera.
Nei ritagli di tempo, cantava in una band che sfornò una hit memorabile che rimase impressa nella memoria del mondo intero e scalò tutte le calssifiche possibili e immaginabili.
Poi, inspiegabilemente, forse a causa di un abuso di peyotes, la signora ha deciso che non ne voleva più sapere di cantare.
Ha abbandonato l'abbigliamento da Charity Shop, si è votata al sobrio look Oviesse e si è messa a fare la produttrice.
Dando al mondo la possibilità, tra le altre cose, di apprezzare la musica di svariati talentuosi artisti, tra i quali anche la sopracitata XXXtina.
Vi abbiamo detto praticamente tutto, ragazzi.
 
Friday, April 24, 2009
posted by ghettoculturale at 10:44 AM

Photobucket
 
Wednesday, April 22, 2009
posted by ghettoculturale at 10:42 AM


Si è svolto il Summit sulla Sanità delle First Ladies Africane, con rispettivo Galà e tappeto rosso.

Cosa centra Paris Hilton? Niente, ma dove c'è un tappeto rosso c'è automaticamente anche lei, lo sappiamo.
Anche perché il Summit si è tenuto a Los Angeles.
L'icona di stile tricologico con cui la vediamo intrattenersi in questa foto non è Tina Turner dopo un tiraggio estremo, bensì Chantal Biya, la First Lady del Cameroon.
Chissà che conversazione interessante.

Photobucket
 
posted by ghettoculturale at 9:39 AM

Photobucket
 
Monday, April 20, 2009
posted by ghettoculturale at 12:44 PM

Photobucket

Heidi Klum: pensi davvero che solo il fatto di essere nuovamente incinta possa salvarti dalla sicura vendetta del nostro idolo?
 
posted by ghettoculturale at 12:25 PM

Photobucket

La notizia della seconda caduta da cavallo di Madonna ha ormai fatto il giro del mondo.
Come al solito, però, a Ghettoculturale interessano altre celebrities, altri cavalli e altri maneggi.
Quali?
Ma come "quali"?
C'è solo una celebrity, tra le tante amate da Ghettoculturale, che abbia spesso a che fare con gli stalloni. Ovviamente parliamo di Katie Price AKA Jordan.
La nostra madre di famiglia-imprenditrice preferita è, come sapete, amazzone dentro, e l'equitazione è lo sport nel quale vorrebbe cimentarsi per partecipare alle olimpiadi del 2012.
E per farlo, è disposta a tutto.
Anche ad andare a raccontare di essere la migliore amica della principessa Zara Phillips, salvo poi essere pubblicamente smentita dalla stessa.
Bhè, che centra tutto questo con la caduta da cavallo di Madonna?

Niente, a parte il fatto che Katie ha dovuto rinunciare a partecipare ad un campionato di equitazione perché si era fatta male ad un ginocchio.

Povera Katie.
Ancora non ha capito, che sta correndo dietro agli stalloni sbagliati.

Photobucket
 
Friday, April 17, 2009
posted by ghettoculturale at 9:34 AM

Photobucket

Dannii Minogue.
La sorella minore della nostra adorata LaKylie. Minore in ogni senso. Minore d'età, minore in iconicità, minore in quanto a successo, insomma, una minorata.
Decenni di vita all'ombra (peraltro cortissima) della sorella, e la Dannii non è ancora riuscita a surclassare quell' oompa-loompa gonfia di botox de LaKylie.
Guardate come tenta di primeggiare, con questo mostruoso pezzo di haute-couture che sembra uscito dalla lavatrice di Sally Spectra dopo un prelavaggio particolarmente violento e un conseguente infeltrimento irreversibile.
Persino una donna priva di gusto per l'abbigliamento come sua sorella LaKylie ci avrebbe pensato due volte, prima di infilarsi dentro a qualcosa di simile.

Photobucket

Eppure c'è qualcosa in cui LaDannii è riuscita ad essere alla pari con LaKylie.
Il gusto per i bei manzi, molto più giovani e molto più alti di lei.
Guardate che pezzo di haute-gnocqure si è portata appresso ai Prix de Marie Claire Awards:
il suo fidanzato rugbysta Kris Smith.

Photobucket
 
Wednesday, April 15, 2009
posted by ghettoculturale at 10:03 AM

Photobucket

Siamo indecisi: è più mostruosa la somiglianza tra Jennie Garth e Rosie O' Donnel o o quella tra Tori Spelling e un cadavere travestito da Gwen Stefani?

Photobucket
 
Tuesday, April 14, 2009
posted by ghettoculturale at 12:34 PM



L'inarrivabile Ambasciatrice Ecumenica dell'Amore Angelicato ha proferito il Suo verbo.
In occasione della Santa Pasqua, Shauna ha approfittato di un video operatore incontrato per caso in una gelateria per lanciare un monito a tutte le donne vittime di violenza.
Nonostante fosse un giorno di vacanza, l'iconica paladina dell'Amore Santerrimo Universale ha voluto regalare al Mondo il suo Sacro Parere e, statistiche alla mano, ha redarguito tutte le donne vittime di abusi, ricordando loro che un uomo può affermare di essere cambiato anche mille volte, ma se è violento resterà sempre un violento.
L'apparente esitazione nelle sue parole è il chiaro sintomo del fatto che l'Ascensione di Shauna sia ormai vicina. Ogni tanto si interrompe, in preda alle prime avvisaglie di estasi. O forse la sua Santa Mente viene ogni tanto offuscata dalla vaga impressione di essere uscita di casa in camicia da notte.
Shauna, la tua ascesi mistica è un anticipo di Pentecoste.


Photobucket
 
Wednesday, April 08, 2009
posted by ghettoculturale at 1:46 PM

Photobucket
 
Tuesday, April 07, 2009
posted by ghettoculturale at 9:56 AM

Photobucket

Zola, Balzac e Flaubert stanno facendo evoluzioni nelle rispettive tombe, divorati dal desiderio irrealizzabile di raccontare gli abissi di degrado sociale che si nascondono nel passato di Kerry.

Labels:

 
Thursday, April 02, 2009
posted by ghettoculturale at 10:02 AM

Photobucket

Una donna, un uomo. La sabbia del deserto, una grotta.
La trasfigurata Shauna Sand prosegue il suo Cammino verso la Santificazione, come testimonia questa ieratica immagine, che non ha nulla da invidiare alle note raffigurazioni della Sacra Famiglia.
Nello splendore di questo posato, tutta la forza del Divino Amore Che Tutto Regola.
La Donna Angelicata, ormai puro pensiero, è il fulcro attorno al quale ruota l'Universo Intiero.
L'uomo non è che un suo attonito adoratore, così succube della sua Magnificenza da non riuscire nemmeno a guardarla in faccia.
Mentre lei, Shauna la Santa, Shauna la Granderrima Immacolata Vergine di Ocean Drive, sta quasi fulminando lo spettatore con la forza del suo sguardo.
Come per stroncare sul nascere qualunque pensiero vagamente impuro che possa nascere dalla visione della sua materna, assoluta e nuda muliebrità.
In lontananza, una luce si intravede. Così forte, così abbagliante da fendere le rocce.
Penetra l'umidità e il buio della grotta e getta il suo fascio di chiarore sulle rifulgenti chiome dell'Idolo.
È una luce nuova, una luce che porta una speranza per il futuro.

Forse le chiome della Divina stanno per prendere fuoco per una strana reazione fotochimica tra candeggina, aria di mare e luce solare.
Forse le rocce stanno per aprirsi e rivelare l'ingresso dei Giardini dell'Eden, un luogo dove cardellini rosa piluccano olive da calici di Martini, e l'autoabbronzante sgorga da fonti eterne.
Forse Shauna sta per concepire una Creatura del Signore.
O del signore, quello della foto.
Attendiamo raccolti in preghiera la prossima Epifania della nostra Sacra Musa Ambasciatrice Ecumenica dell'Amore Angelicato Che Tutto Regola, Tutto Muove E Tutto Domina.
 
Wednesday, April 01, 2009
posted by ghettoculturale at 8:41 PM

Esistono diversi segnali del tramonto di una celebrity.
Alcune diventano carne da reality, altre finiscono in rehab, altre ancora si danno al merchandising più squallido.
Poi ci sono quelle celebrities che continuano a frequentare premières varie solo per farsi vedere.
Spesso sono quelle che proprio sul tappeto rosso si rendono protagoniste di momenti particolarmente tristi, ed esplicativi del loro declino.
Oggi Ghettoculturale vi propone una sequenza di foto molto esaustive di uno di questi processi di perdita di fama.
Protagonista, la talentuosa cantante Jamelia.
Che sul tappeto rosso di un evento londinese...

Photobucket

... viene educatamente invitata da un poliziotto a liberare il passaggio.
Lei all'inizio non dà molto peso alla questione. Anzi, cerca di non farsi distogliere dall'impegnativo compito di offrirsi ai fotografi.

Photobucket

Poi soccombe al volere dell'agente.
Lasciando spazio ad un'altra artista. Anche lei cantante.
Ma chi sarà?
La SciuraMadòna?
Britney?
LaKylie?
Molto peggio (o molto meglio, dipende dal punto di vista).

Photobucket

Alesha Dixon. Che sembra molto soddisfatta dell'accaduto.
Povera Jamelia. Surclassata da una che fino a qualche mese fa faceva la fila allo sportello del Welfare.
Finché continueremo a rinvenire materiale fotografico del genere, il mondo continuerà ad essere un posto interessante, per Ghettoculturale.