Friday, December 19, 2008
posted by ghettoculturale at 10:49 AM

Photobucket

Tutti lo sanno, sarà il Natale della crisi.
I consumatori spenderanno circa il 18,5% in meno rispetto all'anno scorso.
Bhè, forse finalmente la gente smetterà di comprare quegli orribili Babbi Natali affetti da nanismo che si vedono arrampicati sulle case in questo periodo dell'anno.
A Ghettoculturale però interessa solo un Babbo Natale. Anzi: una Mamma Natale in particolare (o forse sarebbe più corretto dire "Babba Natale").
Parliamo chiaramente dell'iconica Shauna Sand, oramai monomania antropomorfizzata di questo blog.
Sfavillante come una luminaria intermittente non omologata agli standard europei, comprata su una bancarella di commercianti cinesi.
Shauna si erge a simbolo del Natale nel pieno del suo spirito noncurante della crisi, della scarsa fiducia nel futuro e delle preoccupazioni per gli equilibri mondiali.
Shauna È ormai il Natale stesso.
E nell'immensa misericordia del suo sguardo luminoso, è qui per dire a tutti che un mondo migliore è possibile, che il Natale sarà pure più povero, quest'anno, ma resta sempre un'occasione d'amore.
Per questo lanciamo un appello: se vi è stata decurtata la tredicesima dalla busta paga, o se la tredicesima non ce l'avete proprio perché siete precari, smettetela di preoccuparvi.
Se siete stati lasciati dal vostro fidanzato nel peggiore dei modi, e avete passato gli ultimi mesi ad augurargli sfighe peggiori di quelle che già gli si sono abbattute addosso per questioni di Karma, se ogni mattina vorreste farvi esplodere sull'autobus come farebbe una terrorista Cecena: fermatevi. Fermatevi e fate vostra la nuova filosofia di vita di Ghettoculturale: l'egofrivolezza.
Sorridete. Mettetevi le prime mutandine di pizzo rosso che trovate in casa e uscite nel gelo invernale per gridare al mondo che le extension ci salveranno dalla crisi.
Baciate con la lingua il primo passante che incontrate, chiunque sia.
Entrate nel primo bar e pagate un giro di latte macchiato corretto a vodka per tutti quanti.
E amatevi, amatevi tutti quanti.
Perché sarà pure il Natale della crisi, ma chi vi dice che il prossimo non sarà ancora peggio?
Dateve 'na grattata, va'.
 
3 Comments:


At December 19, 2008 2:44 PM, Blogger StefiConLaY

Mai post potrebbe meglio definire il mio stato d'animo attuale... Sigh... Ma c'è sempre Shauna! ... Sigh...

 

At December 26, 2008 11:42 PM, Blogger ghettoculturale

Auguri Vanity!
Di Buon anno, a questo punto, ma sempre molto sentiti!
Baci.