Friday, February 08, 2008
posted by ghettoculturale at 4:20 PM

Il Pop è un universo ingiusto, che spesso brucia grandi talenti e ne favorisce altri senza seguire una logica meritocratica.
La nostra artista di oggi ne è un esempio lampante.
Samantha Mumba ha avuto un enorme quanto fulmineo successo a soli 17 anni nell'estate del 2000, con la sua hit "Gotta tell you".
Nel suo paese d'origine, l'Irlanda, è diventata una vera star.
In Italia, la sua canzone è passata circa 3 volte su Radio Deejay, ma ciò è bastato per renderla indelebile nella memoria di Ghettoculturale.
La povera Samantha ha mollato la scuola per dedicarsi anima e core alla musica. È stata attrice di Steven Spielberg in "Maya", testimonial per una linea di orologi di Dior e di biancheria intima Irlandese.
Poi, il nulla, la caduta nell'oblio delle one-hit wonder. Certo, quel cognome non l'ha aiutata, ma la sua vocalità così peculiare avrebbe potuto farla salire nell'Olimpo della gloria musicale planetaria.
Così non è stato, e forse le ha portato male essere stata etichettata come "la Britney Spears di colore".
Ha anche partecipato all'ultima edizione di "Dancing on Ice" in Inghilterra, ma è stata eliminata alla terza puntata.
Bhè, che dire se non "pazienza"?
Almeno permetteteci di renderle omaggio con il video del suo unico e memorabile successo.

Labels:

 
1 Comments:


At February 12, 2008 5:41 PM, Anonymous vanity hair

Caruccia! C'è stato un periodo in cui mi piaceva, addirittura, più di Christina Milian.