Friday, February 15, 2008
posted by ghettoculturale at 9:43 AM

I tempi in cui Jordan se ne andava in giro mostrando dita medie ai fotografi e nudità varie sono lontani.
Jordan è ormai una donna adulta, e soprattutto una madre. Jordan non posa più nuda nel paginone centrale del Sun, e non passa le notti in giro per locali ad ubriacarsi tra le braccia di calciatori ed ex membri di boyband caduti in disgrazia.
No. Jordan è ormai una scrittrice apprezzata.
E in quanto tale, per la presentazione della sua terza autobiografia intitolata "Jordan: Pushed to the Limit", ha optato per un look sobrio, signorile ma comunque dinamico e giovane, che focalizzasse l'attenzione sul suo talento artistico.
E si sa che quando si ha tanto talento, si fa fatica a contenerlo.

Photobucket

(Detto tra di noi: Ghettoculturale ucciderebbe per un paio di scaldamuscoli extralong come questi!)
 
5 Comments:


At February 16, 2008 10:37 AM, Blogger Niky Rocks

Effettivamente è il look giusto, visto che "spinto al limite" sembra essere proprio quel toppino che indossa con uno stile degno di wonderwoman (che comunque non osava nemmeno il mantello). Ma d'altronde una che in pochi anni scrive 3autobiografie, ne ha di cose da insegnare al mondo.

 

At February 17, 2008 6:04 PM, Anonymous Anonymous

Notare il capezzolo..
Giò

 

At February 17, 2008 6:46 PM, Anonymous Anonymous

Ma ha il capezzolo sotto l'ascella!
Probabilmente Peter si eccita con gli odori...
Stefy Scotty Rynaldy

 

At February 19, 2008 11:52 AM, Anonymous Anonymous

Evidentemente, tetta e capezzolo volevano rivendicare la loro giusta parte di successo...!!
Il capezzolo avrà deciso di dare un'occhiatina all'andamento della rassegna stampa del lancio del libro, come per ricordare al pubblico che in fondo pure quella tetta aveva contribuito a incentivare la notorietà per l'innato "talento artistico" della Jordan...

Ps/ Le tette della nostra cara Marcuzzi però, trovo che siano più spiritose e divertenti..!!!

(Gabbiano Blu)

 

At February 22, 2008 10:11 AM, Anonymous vanityhair

Mi rammarica il fatto che non sia riuscita a imporre il suo talento anche fuori dai confini inglesi.